facility management

Il facility management in architettura rappresenta una disciplina fondamentale per una moderna gestione immobiliare e consiste nella gestione e organizzazione del complesso di attività e servizi finalizzati a garantire l’utilizzo di un bene immobiliare, mantenendone il valore patrimoniale e le prestazioni iniziali entro limiti accettabili per tutta la vita utile e favorendone l’adeguamento tecnico e normativo alle iniziali o nuove prestazioni tecniche scelte dal gestore o richieste dalla legislazione.

La Gestione immobiliare può essere intesa come gestione strategica, amministrativa, patrimoniale e tecnico-funzionale di un bene, nel suo insieme di componenti edili ed impiantistiche, in funzione delle attività che lo utilizzano, delle norme che ne regolano i vari aspetti tecnici, funzionali e amministrativi nonché delle esigenze manutentive mirate al loro mantenimento in uso.

Tramite il BIM (Building Information Modeling) si integra l’ICT alla filiera intera e costituisce il modello integrato delle informazioni dell’immobile. L’adozione del BIM nei progetti di costruzione/ristrutturazione immobiliare impatta sull’efficacia operativa lungo tutto il ciclo di vita del bene e fornisce per la prima volta la base dei dati di tutte le informazioni rilevanti del bene immobiliare (sia esso edificio che opera infrastrutturale ed impiantistica) e quindi fornisce al top management la risorsa che mancava per decisioni strategiche finalmente esulanti dall’operatività del day-to-day.

I vantaggi, raggruppati in tre macro-categorie, sono evidenti:
Pianificazione: processo decisionale basato su dati aggiornati; migliore pianificazione e budgeting per progetti di costruzione e ristrutturazione; efficientamento dell’allocazione delle risorse; migliore pianificazione delle attività.
Gestione dei dati: database digitale del bene immobiliare (BIM asset); accesso ad una base dati centralizzata; facilità di audit dei dati.
Operatività: possibilità di reportistica completa; miglioramento della sostenibilità; management attivo del portafoglio degli impianti; integrazione con i GIS; immediata gestione delle situazioni di emergenza.

Il Facility Management e il BIM sono i principali candidati alla modernizzazione del built environment e delle modalità di gestione effettiva degli impianti/strutture di un bene immobiliare.
L’adozione del BIM e la sua capacità di modellare database di oggetti in 3D rivoluziona molti dei processi di manutenzione.